Baby bolla

6 novembre 2008 alle 4:44 | Pubblicato su Satira | 3 commenti
Tag: , , , , , , , ,

baby2

Il sottosegretario Giovanardi ha partorito (la parola è adatta, visto l’argomento) l’idea di concedere alle famiglie bisognose, che desiderano un nuovo nato, un prestito di 5000 euro, rimborsabile in 5 anni al tasso del 4%.
Tutta la procedura ricorda molto quella che si segue quando si vuole acquistare un’automobile, salvo alcune sostanziose differenze. La prima consiste nel fatto che, se l’acquirente non riesce a pagare tutte le rate, il concessionario si riprende la vettura. La seconda è quella che concede al proprietario dell’auto, in caso di necessità, di rivendere la macchina e di ricuperare una parte del denaro speso. La terza, infine, suggerisce che la vettura si può rottamare.
Da tutto ciò risulta assai chiaro che il rapporto con un figlio è vagamente diverso da quello che si ha con la propria auto e quindi immagino che il seguente dialogo, fra una coppia di possibili genitori e un funzionario della CBG (Concessionaria Bambini Giovanardi), potrebbe sembrare un tantino surreale. Anche se la “finanza creativa” sta trascinando l’economia mondiale verso frontiere dove la realtà supera la fantasia.

Padre: Vorremmo un bambino, ma in due guadagnamo soltanto 1450 euro al mese. Lei ci può aiutare?
CBG: Sono qui apposta. Fra quanto pensate di ritirare il nuovo modello?
Madre: Non prima di nove mesi…
CBG: Una saggia decisione. La vedo informata. Deduco che la signora non è alla sua prima gravidanza.
Madre: Al contrario, sarà il nostro primogenito. Ma abbiamo consultato un sacco di manuali.
Padre: Dall’ufficio ho anche cercato su internet.
CBG: Bravi. Noi diciamo “investitori informati, investitori fortunati”. Adesso dovete solo riempire questo modulo e, al momento del ritiro, troverete pronto anche l’assegno da 5000 euro.
Madre: E per il rimborso?
CBG: Ci saranno naturalmente da firmare queste cinque cambialette. Una all’anno e il debito sarà estinto.
Padre: (osservando spaventato le “farfalle”) Ma… la somma complessiva da restituire è di 5600 euro! Sono 1200 euro soltanto il primo anno!
CBG: Ovvio, ragazzi miei. L’interesse del 4% comporta un piccolo aggravio. Pensavate davvero che lo Stato facesse beneficenza?
Madre: No… ma tenendo conto che ogni mese un bambino costa almeno 300 euro, fra pannolini, vestitini, medicinali, visite pediatriche e via discorrendo, dopo un anno ne saranno già partiti circa 3600…
Padre: Senza contare la carrozzina, il fasciatoio, il seggiolone… Significa che in meno di due anni, il prestito sarà già esaurito!
CBG: Purtroppo è così, la matematica non è un’opinione.
Madre: E se non dovessimo farcela a rimborsare le rate successive?
CBG: Avvieremo le procedure standard: pignoramento dei biberon, “mascella” blocca passeggino, tribunale dei minori…
Madre: Mio Dio, no!
CBG: … oppure potete farvi furbi e tornare da me.
Padre: In che senso?
CBG: Terminati i soldi, scodellate un secondo bebè ed ecco altri 5000 sacchi che, essendo a copertura parziale del primo prestito, sono a nome del primo marmocchio.
Madre: Due bambini a soli due anni di distanza?
CBG: Occorre sfruttare la signora finché è calda! Inoltre il pargolo eredita tutto l’hardware dal primo.
Padre: L’arduer?
CBG: La culla, il girello, senza dimenticare i vestitini. Ecco che già vediamo un risparmio e la piotta regge 3 anni.
Padre: A quel punto mettiamo in forno il terzo figlio.
CBG: Una specie di catena di montaggio.
Madre: Che però non ha termine. Non possiamo andare avanti in eterno, la natura ci ha imposto dei limiti.
CBG: Bastano solo sei figli, sette se amate il disordine, perché il primogenito raggiunga i 18 anni.
Padre: E lo mandiamo militare!
CBG: Esatto! Sarà lui il responsabile dell’enorme debito che avrete creato: essendo maggiorenne ne risponderà in sede civile e penale. In fondo si tratta di una specie di eredità!
Madre: Io l’ho sempre detto: Giovanardi è un genio!
CBG: Una firma qui e diamo il via alla futura bolla economica.

MORALE:
Se un bambino vuoi “comprare”,
alla banca non andare.
Lo puoi fare con l’amore,
con l’amor lo puoi allevare,
e l’amore, amici cari,
detto a chi non lo sapesse
non pretende un interesse.

Annunci

3 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Madre: E se non dovessimo farcela a rimborsare le rate successive?
    CBG: Avvieremo le procedure standard: pignoramento dei biberon, “mascella” blocca passeggino, tribunale dei minori…

    Geniale! Questa cosa dei prestiti è una str**ta colossale.
    poi vedo già male i prestiti per i beni materiali che ci stanno trasformando in un popolo di indebitati… una cosa è il mutuo (se non lo fai paghi l’affitto che è a fondo perduto)… ma le rate per le vacanze!!!
    il problema è che non siamo più capaci di vivere serenamente in base alle proprie possibilità.

    ti segnalo questa vignetta
    http://vignettebc.blogspot.com/2008/10/berlusconi-un-prestito-di-5000-euro-per.html

  2. stamattina avevo postato un commento…

    vabbé, dicevo che il dialogo è geniale, proposte come queste sono indecenti!
    poi io sono già contraria di mio ai debiti rateizzati. i finanziamenti ci hanno reso un popolo di indebitati e, soprattutto, ci dicono che dovremmo vivere al di sopra delle nostre possibilità.

    capisco i mutui per acquistare casa (altrimenti si dovrebbe pagare un affitto e quello è a fondo perduto), posso capire un finanziamento per acquistare l’auto che può essere necessaria per andare a lavorare ma non capisco come si possano fare le vacanze a rate!

  3. Il primo commento era stato bloccato dal sistema antispam.
    Adesso ho riconfigurato il sito. Non tocco spesso le impostazioni per paura di combinare pasticci. Ci lavoro poco alla volta. Direi… a rate!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: