Black & White

7 novembre 2008 alle 8:43 | Pubblicato su Satira | 4 commenti
Tag: , , , , , , , , ,

barackwhite

Lui si chiamava Barack Hussein Obama, originario della tribù keniota dei Luo, ed era nero come la notte. Lei, Ann Dunham, era nata nel Kansas ed era bianca come il mattino. Si amarono, si sposarono e nel 1961 nacque Barack Obama jr, un mulatto.

Che poi il bambino, crescendo, abbia percorso a lunghi passi una brillante carriera, fino a raggiungere quello che taluni definiscono (forse in modo un tantino trionfalistico) “il tetto del mondo”, è del tutto ininfluente. Infatti è noto che i figli nati dall’unione di persone di razza diversa “portano sommati i difetti e non i pregi delle due razze” e quindi tali unioni vanno dissuase “per evitare la nascita dei mulatti che sono appunto dei degenerati”.

Lo so, queste ultime affermazioni hanno veramente un sapore, oltre che molto sgradevole, anche parecchio superato: infatti risalgono al 1937 e appartengono ad Alessandro Lessona, ministro fascista delle Colonie, che non vedeva di buon occhio che gli italiani “fraternizzassero” con le popolazioni africane assoggettate. Ma fin qui non c’è nulla di sorprendente: razzismo e fascismo sono andati (e ancora vanno) sempre a braccetto. Il guaio nasce dal fatto che, su pressione del governo, anche il Pontefice dell’epoca, Pio XI, approvò un documento che spiegava come “le ibride unioni” andassero impedite “per la sconvenienza del coniugio fra un bianco e un negro” e anche per “le accresciute deficienze morali nel carattere della prole nascitura”.

È stata Lucia Ceci, docente di Storia all’università romana di Tor Vergata, a estrarre dagli archivi vaticani queste poco cristiane notizie, e di ciò ovviamente la ringrazio. Ma non posso fare a meno di chiedermi quanto segue: se una settantina d’anni fa un papa avallò simili scempiaggini, non è possibile che fra settant’anni, frugando nelle carte della Santa Sede, qualcuno si renda conto di quante sciocchezze, ai nostri giorni, stia dicendo Benedetto XVI? E in tale previsione… non si potrebbe stringere i tempi?

Annunci

4 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Ciao, innanzitutto ti ringrazio per le tue recenti visite al mio blog e per aver lasciato un segno del tuo passaggio.
    Mi piace come scrivi e il tuo blog è molto interessante e non lo dico per retorica.

    Venendo al contenuto di questo post, sarò una dei pochissimi che avrebbe preferito McCain (del resto, non credo che tra i due schieramenti americani ci sia tutta questa differenza ideologica), ma il fatto che Obama sia mulatto è uno dei motivi per i quali sono tutto sommato contenta che abbia vinto. Finalmente un tabù ingiusto che è stato rotto. Quelle frasi sono vergognose e basate su una ignoranza abissale.

  2. Me lo auguro vivamente!

  3. Anche io credo che durante il mandato Obama sarà costretto ad accettare alcuni compromessi (altrimenti che politica sarebbe?). È un momento difficile per l’economia americana ma non credo che arriveremo alla recessione, occorre solamente rinnovare il capitalismo, argomento tabù negli USA…
    Barack è giovane, se lo è troppo dura un anno, se ringiovanisce l’America dura 8 anni.
    McCain aveva l’aria di essere meglio della Bush Connection, ma troppo anziano per 2 mandati e con una pesante Palin al piede (Ma che brutte robe che scrivo…)

    Dio salvi la Regina, Dio protegga l’America, Dio liberaci dal male e non ci ridurre l’alimentazione. Amen.

    ArabaFenice, il titolo del prossimo post è dedicato alla tua dieta! 😛

  4. hey, spero che non mi renderai le cose più difficili di quel che sono! tieni conto che quando finisco di lavorare vado a dare una mano al mio ragazzo che ha una salumeria e già è tanto difficile resistere alle tentazioni!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: