Il nome della nave di Ulisse

La sfiga vuole che, dopo aver trovato un buon nome al blog, una marea di perdigiorno abbia intasando il motore di ricerca di WordPress con l’unico scopo di conoscere il nome della nave di Ulisse.

Mi consolo sapendo che poteva andare peggio:

Se ero un cattolico veneratore della Santissima Madre di Gesù avrei creato amicidimaria.wordpress.com, immediatamente bombardato da squallidi fan della squallida De Filippi adoratori della squallida trasmissione tv.

Se ero un combattivo atleta di greco-romana avrei creato oggilotto.wordpress.com, affollato da sistemisti alla ricerca del 6+1.

Se ero un nazista col sogno di riedificare il campo di Mauthausen avrei creato ilfornodeidesideri.wordpress.com, sommerso da massaie in caccia di golose ricette per sfornare appetitosi manicaretti.

Speranze deluse nelle intenzioni, ma arricchite da banneroni AdSense.

Per farla breve: nell’Odissea non è mai citato il nome della nave. I motivi sono principalmente due:

Non frega a nessuno dell’imbarcazione, tutti chiedono a gran voce di ascoltare le gesta di Ulisse e vedergli gonfiare i muscoli.

Gli affondamenti furono numerosi, quindi il vaporetto venne ricostruito dozzine di volte. Sapete bene l’aperta mentalità di alcuni marinai, definirli superstiziosi è poco. Al quinto naufragio l’equipaggio si ammutinò e costrinse Ulisse a cambiare nome. Probabilmente partì da Troia come “Vittoria Suprema” ed attraccò ad Itaca come “La zatterina”.

Chi è schizzato in piedi urlando “La nave si chiamava Argo”, pensando alla crociera degli Argonauti, ha vinto un botolo malconcio abbandonato nel canile di Budrio.
Per la cronaca gli Argonauti erano 52, l’unica donna si chiamava Atalanta e fu abbandonata a Bergamo perché ripeteva in continuazione: “Quando si arriva?”.
Argo era il vecchio cane che riconobbe Ulisse travestito da mendicante. Morì nel tentativo di accostarsi al padrone, e per lui l’eroe versò l’unica lacrima dell’intero poema. E vi assicuro che questo particolare rende il blog un luogo non adatto ai deboli di cuore.

Con infinita bontà vi comunico che i genitori di Ulisse furono Laerte (anche se una tradizione lo vorrebbe figlio di Sisifo) e di Anticlea. (tratto da Wikipedia)

Imparate a usare Google per le vostre ricerche! Almeno scoprirete che “Argo Ulisse” è un climatizzatore!

Annunci

TrackBack URI

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: